USCIRE DALLA STANZA E GODERE DELL' INTERO PALAZZO DELLE POSSIBILITA'



Una metafora suggestiva e imponente, fiera di prendersi un posto nell'immaginario di molti, me compresa. Come suggerito da Gary Craig, padre dell'EFT, VIVIAMO NEL PALAZZO DELLE POSSIBILITA', pieno di camere accessibili a tutti, eppure scegliamo di dimorare solo in quelle più confortevoli..

A volte crediamo che le altre stanze siano fatte per per persone più privilegiate o più talentuose di noi. Questo perchè SULLE PARETI DELLE CAMERE IN CUI SOSTIAMO, C'E' SCRITTO COSA POSSIAMO E NON POSSIAMO, dovremmo e non dovremmo, cosa è giusto e cosa no.

VIVIAMO OBBEDENDO a delle scritte che si riflettono nelle nostre carriere, redditi, relazioni ed immagine di noi stessi. Quelle parole sono l'accumulo di attitudini, opinioni, credenze, giudizi, successi e fallimenti accumulati negli anni; spesso sono trasferite da parenti, insegnanti, coach, colleghi, ambienti regiosi, libri, media.... E quando ci imbattiamo in situazioni nuove, ad esse attribuiamo significati più simili possibile alle scritte già presenti sui nostri muri. E' il modo che riteniamo migliore per EVITARE IL PERICOLO, RESTARE AL SICURO IN UN MONDO INCERTO.


Uno dei metodi per SFIDARE le scritte sulle pareti è l'utilizzo della tecnica delle affermazioni.

Scegliamo un obiettivo, creiamo affermazioni sull'effettiva realizzazione di quell'obiettivo e osserviamo tutte le obiezioni emergenti o TAIL ENDERS. Essi sono i nostri: "SI, MA" e hanno solitamente l'ultima parola sulle scelte dell'individuo, non permettendo il cambiamento.

LA CHIAVE PER USCIRE DALLA STANZA E GODERE DELL'INTERO PALAZZO E' LAVORARE SUGLI EVENTI SPECIFICI CHE HANNO CONTRIBUITO ALLA FORMAZIONE DEI TAIL-ENDERS.


Con il tapping integrato possiamo individuare le scritte per poi CANCELLARLE rilasciando le componenti ad alta carica emotiva. Una volta cancellate le parole limitanti dalle pareti, siamo liberi di SOSTITUIRLE generando un cambiamento cognitivo.

Aprirti a nuove possibilità non farà che portare alla luce i tesori che porti dentro, spesso ignoti persino a te stesso.


Resto qui a tua disposizione.


Immagine:

Stefania Santarcangelo

Sublimazione

Olio su legno

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IO SCELGO